giovedì, 24 maggio 2018
Home > Attualità > Accade in Italia > Turisti giapponesi sdegnati. Ecco perché…

Turisti giapponesi sdegnati. Ecco perché…

Ecco come farsi odiare da tutto il mondo solo per i soliti avvoltoi. Ancora una volta, l’episodio è avvenuto a Venezia, una delle città più belle del mondo ma anche più care quando si parla di ristoranti. Non è bastata come lezione la vicenda della famiglia dei turisti asiatici che hanno consumato un pranzo a base di pesce a pochi passi da Piazza San Marco di 526 euro, ai quali li sarebbero stati portati alcuni piatti che non avevano richiesto. Pochi giorni fa, in un ristorante situato sulla Strada Nuova a Cannaregio, due turisti giapponesi hanno dovuto pagare 151 euro per un pranzo, 120 solo per un piatto di spaghetti. I turisti sdegnati hanno postato lo scontrino della “beffa” sul profilo Facebook e l’immagine è diventata subito virale. I due hanno chiesto spiegazioni sul costo del piatto incriminato perché sul menù costava 12 euro ma, al momento di pagare, il costo è incredibilmente salito a 120. Il direttore ha risposto che il prezzo indicato era riferito al costo all’etto dell’aragosta, anche se risulta bizzarro che quegli spaghetti fossero conditi con mezzo chilo di aragosta. Non può essere che ogni volta che arrivano dei turisti devono tornare a casa con le tasche vuote non per colpa dei soldi spesi per tour e souvenir, ma per coloro che vogliono fare i furbi derubando delle persone che volevano solo vedere un paese ricco di opere e meraviglie come l’Italia. Il lato positivo, se così vogliamo dire, di questo accaduto è che i due giovani sono riusciti ad ottenere uno sconto del 40% sul piatto, andandola così a pagare circa 72 euro.

 

 

Lascia un commento

Siamo lieti che vogliate arricchire i contenuti di quest'articolo con eventuali commenti.
Per favore, considerate che i commenti saranno moderati in base a quanto indicato nella nostra comment policy.


L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

News & Opinion Magazine del Liceo "Sciascia Fermi"