giovedì, 24 maggio 2018
Home > Attualità > Mondiale Formula Uno 2018: tutte le novità

Mondiale Formula Uno 2018: tutte le novità

Dopo l’ultima appassionante stagione di Formula Uno, che ha visto trionfare l’inglese Lewis Hamilton dopo una lunga e spettacolare contesa con il ferrarista Sebastian Vettel, i tifosi del cavallino rampante (e non solo) attendono con impazienza l’avvento della 69ª stagione di Formula Uno.

Come di consueto, l’inizio della nuova stagione è accompagnato da una serie di novità disciplinari e regolamentari, che vadano a modificare l’esperienza di guida in termini di prestazioni e sicurezza, o semplicemente ad implementare alcuni parametri in maniera da rendere il campionato più coinvolgente ed avvincente.

Il Calendario:

Innanzitutto, la FIA ha stabilito che i Gran Premi saranno in totale 21, e non 20 come nelle ultime stagioni. La stagione avrà inizio a Melbourne, in Australia, il 25 marzo e si concluderà 8 mesi dopo, il 25 novembre, alla bandiera a scacchi del Gran Premio di Yas Marina Circuit, ad Abu Dhabi.

Scuderie e piloti:

La maggior parte delle scuderie (Ferrari, Mercedes, Red Bull, Force India, McLaren, Renault ed Haas) ha deciso di confermare i propri piloti, così come i propri partner e fornitori, esclusa la McLaren che, in considerazione della disastrosa stagione conclusasi circa due mesi fa, rescinde il contratto con la Honda passando così ad un contratto triennale con la Renault. Proprio la Renault, fornitore della power unit per la Toro Rosso da ormai molti anni, viene sostituita dalla power unit Honda, tanto che dal 2018 la scuderia si chiamerà Red Bull Toro Rosso Honda. Infine, la Sauber, reduce da un’annata non proprio eccezionale, mantiene la power unit Ferrari riuscendo, però, ad ottenerne l’ultima versione, e non più quella dell’anno precedente come era accaduto nella stagione 2017. Inoltre, la scuderia elvetica ha annunciato, nel novembre 2017, una collaborazione con Alfa Romeo, che ne diventa lo sponsor principale.

La Sauber colpisce anche nel mercato piloti: sembra infatti ufficiale l’arrivo in scuderia del giovane e promettente Charles Leclerc, al posto di Pascal Wherlein, che accompagnerà l’ormai veterano Marcus Ericsson, in casato per il quarto anno consecutivio. Cambiamenti nel settore piloti arrivano anche in casa Toro Rosso, che sostituisce Daniil Kvyat e Carlos Sainz con Pierre Gasly e Brandon Hartley, e in McLaren, che annuncia Lando Norris in vece di tester e terzo pilota al posto di Jenson Button.

Regolamento tecnico:

Una delle introduzioni del reparto tecnico è  la Halo, il nuovo sistema protettivo che si troverà a coprire l’abitacolo nella parte frontale in maniera da prevenire incidenti e catastrofi a danno dei piloti. La sua introduzione è stata molto dibattuta poiché, a parere di molti, interferisce in termini di visibilità e, di conseguenza, anche in termini di godibilità delle corse, e, inoltre, in molti si dimostrano scettici circa la protezione che tale strumento possa fornire in caso di incidenti molto violenti. Altra novità nel settore tecnico riguarda la riduzione a 3 power unit, dalle 4 della passata stagione. La preservazione e la resistenza del motore dovranno tenersi in considerazione ancor più se si considera che quest’anno i Gran Premi non sono più 20, bensì 21.

Gomme:

Una nuova introduzione che, invece, gioverà ai piloti in termini di comodità e strategie, riguarda l’inserimento di due nuove mescole, che così diventano 7 totali: si tratta infatti della HyperSoft (che sarà la mescola più prestazionale ma con minore durata) e della SuperHard (la meno prestazionale ma più durevole), che si andranno a sommare alle altre 5, in ordine Hard, Medium, Soft, SuperSoft ed UltraSoft. Cambierà inoltre la colorazione della mescola Hard, che diventerà blu ghiaccio e lascerà il proprio colore arancione alla nuova mescola SuperHard, mentre la HyperSoft avrà colorazione rosa. Per quanto riguarda le due mescole da bagnato, Intermediate e Wet, esse manterranno i propri colori.

Infine, la FIA, in vista di alcuni incidenti avvenuti all’accensione dei semafori di partenza,ha stabilito che applicherà il regolamento in maniera più intransigente contro manovre antisportive o illecite, infliggendo penalità più frequentemente, così da garantire una maggiore sicurezza al via di ogni Gran Premio.

Lascia un commento

Siamo lieti che vogliate arricchire i contenuti di quest'articolo con eventuali commenti.
Per favore, considerate che i commenti saranno moderati in base a quanto indicato nella nostra comment policy.


L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

News & Opinion Magazine del Liceo "Sciascia Fermi"