venerdì, 21 settembre 2018
Home > Sport > Calcio > Milan: vincitore della champions league 2006-2007

Milan: vincitore della champions league 2006-2007

Il Milan, uno dei club più blasonati in Italia e nel mondo, possiede numerosi titoli, vinti durante la propria carriera, tra cui le sette Champions, un numero molto elevato. L’ultima è stata vinta nel 2007, affrontando avversari ostici e vedendo come protagonisti molti giocatori. Il Milan, nel preliminare, affronta la stella rossa e, infine, vince grazie alle prodezze di Inzaghi e Seedorf. Approdati nel girone H, il Milan, nella fase a gironi, è costretto a sfidare la  Aek Atene, il Lilla e l’Anderlecht. La prima sarà battuta in terreno amico per 3-0, grazie ai gol di Gourcuff, Inzaghi e, su rigore, dell’implacabile Kakà, che si rivelerà protagonista indiscusso in Champions tanto da vincere il pallone d’oro. Dopo il pareggio con il Lilla, il Milan sarà protagonista di un duplice successo contro l’Anderlecht,, con i gol di Kakà e Gilardino, permettendogli il passaggio agli ottavi, nonostante le successive sconfitte contro Aek Atene e Lilla. Arrivati agli ottavi, il Milan trova come avversario il Celtic, che si rivela una montagna difficile da scalare. La squadra  all’andata non riesce a concretizzare, cosa che sembra accadere anche al ritorno, fino a quando, ai supplementari, il più atteso riesce a risolverla, si tratta di Kakà; egli infatti, tramite una bellissima accelerazione, riesce a portare il Milan ai quarti e a mettere il pallone in rete, anche quando sembrava che la porta fosse stregata. Ai quarti, grazie anche al ritorno di Nesta, infortunatosi durante il mondiale, il Milan affronta nel migliore dei modi il Bayern Monaco: a Milano si esce con il risultato di 2-2, con i gol di Pirlo e Kakà, da parte dei milanesi, e con la doppietta di Van Buyten, da parte dei tedeschi. In casa degli avversari, l’Allianz Arena, si pensava che il Milan non  ce la potesse fare, ma, grazie ai gol di Seedorf e di super Pippo Inzaghi, il Milan approda in semifinale. Ai rossoneri, ora, aspetta una battaglia dalla quale devono uscire vincitori: si tratta della sfida contro il Manchester United. Nei Reds spiccano le figure Cristiano Ronaldo, allora giovane promettente, Rooney, Giggs e molti altri, ma il Milan non li teme e , nella prima gara, fuori casa perde 3- 2, risultato, paradossalmente, favorevole in vista del ritorno a Milano, dove il Milan, grazie al gol di Seedorf, Gilardino e del infermabile Kakà, il quale sigla il suo decimo gol in Champions, approda in finale. Nella gara più importante di tutte, il Milan si trova a dover fronteggiare il Liverpool, squadra con cui perse la Champions nel 2005. Nel cammino del Milan ci sono molte figure che spiccano, esempi lampanti sono Seedorf e Kakà, ma l’eroe della finale è Super Pippo Inzaghi, il quale sigla una doppietta, e cala il sipario con il risultato di 2-1 a favore del Milan, che alza la coppa per la settima volta.

Lascia un commento

Siamo lieti che vogliate arricchire i contenuti di quest'articolo con eventuali commenti.
Per favore, considerate che i commenti saranno moderati in base a quanto indicato nella nostra comment policy.


L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

News & Opinion Magazine del Liceo "Sciascia Fermi"