martedì, 13 novembre 2018
Home > Attualità > Lo sport: strumento di unione e fratellanza

Lo sport: strumento di unione e fratellanza

A seguito dell’incontro che si è svolto oggi a Panmunjeom, la Corea del Nord e quella del Sud sono giunte ad un significativo accordo: il 9 febbraio, sfileranno insieme, sotto la bandiera della Corea Unita, durante la cerimonia di apertura delle Olimpiadi Invernali che si svolgeranno a Pyeongchang in Corea del Sud. La delegazione nordcoreana sarà costituita da 550 membri, tra cui 150 atleti paraolimpici. Inoltre, i due Paesi presenteranno una squadra unica di hockey su ghiaccio femminile. Si tratta di un grande successo diplomatico dopo mesi di gravi tensioni che hanno portato il mondo sull’orlo di una guerra nucleare.

Ancora una volta, lo sport diventa un elemento aggregante, simbolo di pace che spinge gli uomini al dialogo e al rispetto reciproco.

La seconda guerra mondiale ha lasciato la penisola coreana divisa in due stati. Nel 1950, il tentativo di invasione da parte della Corea del Nord (appoggiata dalla Cina e dall’Unione Sovietica) nella Corea del Sud (alleata con gli Stati Uniti)  provoca una guerra. Le operazioni belliche si fermano al 38° parallelo che diviene, di fatto, il confine tra le due nazioni. L’Armistizio, al quale non ha mai fatto seguito un accordo di pace, viene siglato nella città in cui, oggi, è avvenuto lo storico incontro.

La Corea del Sud, che è rimasta sotto l’influsso e la protezione degli Stati Uniti si è evoluta industrialmente ed economicamente; quella del Nord, invece, non si è sviluppata e questo ha contribuito ad acuire le tensioni tra i due paesi.

La politica sul nucleare condotta dal dittatore della Corea del Nord, Kim Jong un, ha esacerbato gli animi ed ha avuto come conseguenza l’applicazione di sanzioni economiche e commerciali da parte dell’ONU e di molti Stati del mondo. Ad oggi, l’ipotesi di un’unificazione sembra molto lontana.

Lascia un commento

Siamo lieti che vogliate arricchire i contenuti di quest'articolo con eventuali commenti.
Per favore, considerate che i commenti saranno moderati in base a quanto indicato nella nostra comment policy.


L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

News & Opinion Magazine del Liceo "Sciascia Fermi"