lunedì, 23 aprile 2018
Home > Cultura > La Seconda Rivoluzione Industriale migliorò la vita?

La Seconda Rivoluzione Industriale migliorò la vita?

La seconda rivoluzione industriale portò a un miglioramento delle condizioni di vita. Ma per chi? Per coloro che vivevano di stenti ed erano legati a un piccolo pezzo di terreno in campagna. Questi cominciarono a lavorare nelle fabbriche in città, seppur in condizioni igieniche pessime, ma con la sicurezza di un salario mensile. Il salario è sempre determinato dal conflitto tra capitalista ed operaio. Questo ci fa capire come in quel periodo si formarono due leghe: da una parte i capitalisti rappresentanti del potere, dall’altra gli operai rappresentanti della massa sfruttata dai potenti.

Si parla perciò di sfruttamento. Allora cosa significa l’affermazione: “La seconda rivoluzione industriale migliorò la vita”? Essa la migliorò solo a coloro che, già benestanti, possedevano dei capitali da investire, determinando la nascita del capitalismo, che altro non è che lo sfruttamento di una classe sociale da parte di un’altra. La rivoluzione rivoluzionò, appunto, solo i mezzi di produzione e le entrate mensili dellla classe borghese, ma non le condizioni di vita nel mondo.

Ci fu una modernizzazione, ma anche un’accentuazione di quello che già c’era, ovvero ricchi sempre più ricchi e poveri sempre più poveri. Non fu sbagliata la rivoluzione induistriale, ma furono gli uomini a sbagliare in quel periodo. Essa venne per migliorare la vita di tutti, per renderla veloce e a costi contenuti, ma, ahimè, la storia non prese questo corso e ancora adesso, nel 2017, ne subiamo le conseguenze. Purtroppo, i contadini stavano “meglio” e non volevano ribellarsi a qualcosa che avrebbe cambiato la vita di tutti.

Oggi quei contadini siamo noi e prima ce ne rendiamo conto e prendiamo coscienza, meglio sarà.

Lascia un commento

Siamo lieti che vogliate arricchire i contenuti di quest'articolo con eventuali commenti.
Per favore, considerate che i commenti saranno moderati in base a quanto indicato nella nostra comment policy.


L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

News & Opinion Magazine del Liceo "Sciascia Fermi"