Gli amanti di Magritte: il ritratto di un amore malinconico nell’epoca inquieta del ‘900 – Lyceum
domenica, 19 agosto 2018
Home > Cultura > Arte > Gli amanti di Magritte: il ritratto di un amore malinconico nell’epoca inquieta del ‘900

Gli amanti di Magritte: il ritratto di un amore malinconico nell’epoca inquieta del ‘900

Renè Magritte (Lessines, 21 novembre 1898 – Bruxelles, 15 agosto 1967) è un pittore belga di fama mondiale. Diventa uno dei più importanti pittori del surrealismo, per la sua magnificente capacità nell’utilizzo della tecnica del  trompe-l’œil, che consiste nel raffigurare soggetti in una superficie bidimensionale e farli sembrare più realistiche possibili, mediante ombre e rappresentazioni di cornici, finestre, porte, in modo tale da fare apparire a chi osserva, un quadro nel quadro o comunque soggetti più reali possibili.

Non dipingo: utilizzo oggetti che hanno l’apparenza di quadri, perché il caso ha fatto sì che questa forma espressiva convenisse meglio ai miei sensi.Magritte

Una pittura Illusionista-onirica la sua, come viene definita dagli studiosi, per la capacità di accostare elementi molto lontani tra loro per fa trasparire nel quadro l’enigmaticità del mondo.

Gli amanti è un dipinto di René Magritte del 1928, realizzato con la tecnica dell’olio su tela e dalle dimensioni di 54cmx73cm. Esistono due versioni, entrambe datate 1928, la prima conservata presso la National Gallery of Australia, mentre la seconda al Moma di New York.

Il quadro rappresenta un uomo e una donna che si baciano. Essi hanno il volto coperto da un panno bianco, le cui pieghe rimandano ai drappeggi dell’arte ellenistica, in contrasto con la rigidità tipica dell’arte classica rappresentata dalla cornice. Il colore pallido del panno è in contrasto con il rosso della parete antistante e con quello del vestito della donna che rimanda al colore del sangue e quindi della morte. Questa tematica ricorre spesso nei quadri del pittore belga, il quale subi, all’età di soli 12 anni, il suicidio della madre. Altro contrasto cromatico è rappresentato dal nero del vestito dell’uomo. Tale immagine rappresenta l’anonimia dei personaggi, accompagnata dalla raffigurazione dei volti coperti. Un’immagine, dunque, che suscita nell’osservatore, l’impossibilità dei due di comunicare, un sentimento che non può manifestarsi o perché impossibile o perché irreale.

È presente, infatti, la contrapposizione tra il gesto dei due, ovvero il baciarsi, e la loro non identificabile identità. Questo può rappresentare un amore che in realtà non c’è. Ed ecco che la dimensione onirica del pittore torna a manifestarsi. Il gesto concreto,infatti, può rappresentare il sogno dei due amanti, ma i volti coperti l’impossibilità del loro amore. Da una parte,quindi, la felicità di un sogno, dall’altro la tristezza della realtà.

Mentre l’impossibilità dell’amore è chiaramente manifestato, numerose sono le interpretazioni delle possibili cause che vanno ad impedire tale rapporto. Allora si manifesta quella enigmaticità che il pittore avrebbe voluto trasmettere agli osservatori del quadro:

Le immagini vanno viste quali sono, amo le immagini il cui significato è sconosciuto poiché il significato della mente stessa è sconosciuto. Magritte

Il rifacimento al colore rosso, interpretato come simbolo di morte può aprire la strada ad una sorte di amore platonico tra un vivo e un defunto, forse in questo caso l’uomo, dato il colore nero del vestito, simbolo di lutto e di assenza. Ecco la spiegazione all’impossibilità di comunicare dei due.

Allo stesso tempo, però, i volti coperti possono anche possedere un carattere positivo. L’amore, anche se impossibile dal punto di vista fisico, va oltre i limiti del mondo. Il bacio allora può essere anche interpretato come una sorta di ribellione contro quei confini o quelle determinate condizioni che sono state poste dalla sorte. L’amore che supera tutto e tutti, allora, può manifetsare la sua particolare importanza in un’epoca travagliata e inquieta come quella del ‘900.

Lascia un commento

Siamo lieti che vogliate arricchire i contenuti di quest'articolo con eventuali commenti.
Per favore, considerate che i commenti saranno moderati in base a quanto indicato nella nostra comment policy.


L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

News & Opinion Magazine del Liceo "Sciascia Fermi"