domenica, 25 febbraio 2018
Home > Cultura > Arte > Game of Thrones, the end is coming.

Game of Thrones, the end is coming.

Il 27 agosto 2017 è andata in onda l’ultima puntata della settima stagione de Il Trono di Spade, la serie televisiva senza dubbio più seguita nel mondo per la capacità di lasciare ogni spettatore con il fiato sospeso dal primo all’ultimo secondo. Tratta da Le Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R. R. Martin e diretta da David Benioff e D. B. Weiss ha avuto il suo debutto il 17 aprile 2011 sul canale HBO e da quel giorno nulla ha potuto arrestare la sua scalata verso il successo.

Le vicende sono ambientate nelle immaginarie terre di Westeros, il continente Occidentale, e di Essos, il continente Orientale, dove le più grandi e potenti famiglie si dichiarano guerra per ottenere il Trono di Spade e il controllo dei Sette Regni. Ben presto capiranno che dovranno essere pronti ad affrontare minacce peggiori come l’avanzata degli Estranei, guidati dal Re della Notte e l’ultima discendente dalla dinastia che secoli prima aveva riunito tutti i regni fino alla famosa ribellione di Robert Baratheon è pronta a ritornare nella sua terra.

Il successo della serie deriva non solo dall’incredibile capacità dello scrittore di inserire nella storia vari filoni narrativi senza che si perda il senso logico della vicenda ma soprattutto da un cast di attori eccezionale tra cui ricordiamo Sean Bean e Richard Madden nei ruoli di Eddard e Rob Stark, e Diana Rigg nel ruolo di Olenna Tyrell la celebre Regina di Spine. Altri elementi positivi sono stati una grande qualità nella produzione e un numero quasi infinito di fans che sin dalla prima puntata hanno fatto si che lo show fosse seguito sempre da più persone. Tuttavia la critica non ha risparmiato neanche questa serie televisiva della quale ha denunciato le scene di nudo e di violenza rese a volte in maniera completamente diversa rispetto i libri.

Le varie stagioni sono caratterizzate da costanti colpi di scene e rivelazioni che portano lo spettatore a non dare mai nulla per scontato e soprattutto a chiedersi quali siano le vere intenzioni dei personaggi. Il personaggio senza dubbio più enigmatico e che vi farà certamente dubitare di ogni sua mossa e parola è Petyr Baelish, meglio noto come Ditocorto. Nella storia svolge uno dei ruoli più importanti e determinanti: sin dalla sua prima apparizione, nella 1X03 Lord Snow, mostra la sua personalità machiavellica capace di manipolare anche le menti più forti.

Ma i personaggi da ammirare non sono solo maschili. Sono anche le donne a tenere le redini del gioco del trono spesso anche con il rischio di perdere le persone che amano di più. Indipendenti, determinate e a volte crudeli sono pronte a tutto pur di giungere ai loro scopi. Cersei Lannister e Daenerys Targaryen sono i nomi  che vengono subito in mente a qualsiasi fan di questo show in riferimento ai personaggi femminili.

La prima ha sempre vissuto nel lusso e negli agi e ha sempre ottenuto ciò che desiderava. La seconda invece ha vissuto gran parte della sua vita in una terra straniera con la speranza che un giorno il fratello sarebbe stato abbastanza forte e potente per poter ritornare nel continente Occidentale e reclamare il trono che anni prima era stato usurpato. Cersei ha sempre saputo ciò che voleva ed era pronta a tutto pur di ottenerlo: il suo obiettivo principale è quello di avere sempre più potere e lo ha ottenuto non usando sempre metodi convenzionali e il prezzo da pagare è stato alto, la perdita dei suoi tre figli. Alla fine della sesta stagione la vediamo incoronata come regina dei Sette Regni ma nel suo sguardo vi è tutto tranne che la gioia di essere arrivata alla fine del suo scopo. In una prima analisi il personaggio di Cersei sembra un personaggio da mettere da parte e da accostare a Baelish piuttosto che un personaggio da imitare. Ciò accade talvolta perché si è troppo superficiali nel valutare un personaggio e spesso si tende a confrontarlo con altri senza prendere in considerazione il contesto storico culturale in cui è ambientata la vicenda. Cersei rappresenta la donna che non si piega alla volontà e al potere dell’uomo,che resta salda nei suoi principi e propositi giusti o sbagliati che siano. Per molti Cersei incarna la donna moderna indipendente che ritiene che solo  con le sue doti e capacità può ottenere ciò che desidera.

When you play the game of thrones, you win or you die.–Al gioco del trono o si vince o si muore.Cersei Lannister

Daenerys è sempre stata apprezzata sin dall’inizio e da ingenua ragazza sotto il controllo del fratello assetato di vendetta e di potere diventa una donna determinata e pronta a riconquistare ciò che è suo per diritto di nascita. Nella sua vita è stata tradita varie volte ma nonostante ciò non si è mai arresa e ha affrontato a testa alta ogni difficoltà. Con i suoi principi e i suoi ideali è riuscita nel corso di poche stagioni ad ottenere una grande armata, a conquistare alcune città e all’inizio della settima stagione la vediamo toccare per la prima volta le sponde di Roccia del Drago, il luogo in cui era nata. Con una squadra di persone fidate è pronta a spodestare la nuova regina ma ben presto anche lei dovrà fare i conti con la minaccia che lentamente avanzava dal Nord soprattutto dopo che il Re della Notte le ha portato via qualcosa di inestimabile per lei.

I was born to rule the Seven Kingdoms and I will– Sono nata per governare i Sette Regni e lo faròDaenerys Targaryen

Ormai sono passate fin troppe settimane senza poter vedere una puntata di questa serie tv che per molti è diventata come una religione o uno stile di vita e l’ attesa sta diventando infinita e insostenibile. La data d’uscita dell’ultima stagione è prevista per il 2019 e sarà formata da 6 episodi della durata di circa 60 minuti. Le riprese sono iniziate il 23 ottobre del 2017 e questa volta la HBO farà molta più attenzione per evitare che dei nuovi hacker possano diffondere delle puntate prima della data d’uscita o che possano diffondere delle informazioni come era accaduto durante le riprese della settima stagione quando un gruppo di hacker aveva messo online delle pagine della sceneggiatura. La HBO era stata costretta a modificare alcune parti e per l’ ottava stagione ha deciso di girare scene diverse in modo che, se ciò dovesse succedere nuovamente, non si saprebbe mai il finale effettivo della serie fino all’ultima puntata. Qualunque sia il finale una cosa è certa: sono poche le serie televisive che entrano nel nostro cuore, che riescono ad appassionarci come se fosse sempre la prima puntata. Quando arriverà quella puntata finale ripenseremo a tutto quello che era successo nelle stagioni precedenti e alla persona che ci aveva consigliato questa serie. Penseremo a tutti i dubbi che abbiamo avuto prima di premere play e a tutte le emozioni che abbiamo provato in ogni puntata. Ci ricorderemo delle Nozze Rosse, della Battaglia dei Bastardi e di molti altri eventi perché in un certo senso era come se fossimo lì mentre Rob guardava per l’ultima volta Talisa e mentre John vendica la sua famiglia.

Lascia un commento

Siamo lieti che vogliate arricchire i contenuti di quest'articolo con eventuali commenti.
Per favore, considerate che i commenti saranno moderati in base a quanto indicato nella nostra comment policy.


L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

News & Opinion Magazine del Liceo "Sciascia Fermi"