lunedì, 20 Maggio 2019
Home > Cultura > Cinema > Creed 2 e la leggenda di Rocky

Creed 2 e la leggenda di Rocky

Creed 2 è l’ottavo film di una delle serie più di successo di sempre ovvero Rocky, il film è il sequel di Creed -nato per combattere- uscito nelle sale italiane nel 2015. Il protagonista Adonis Creed figlio della leggenda Apollo Creed è tenuto nel corso della pellicola a combattere contro i suoi spettri sfidando un altro “erede” Viktor Drago, figlio di Ivan (caduto in rovina dopo la sconfitta contro Rocky nel lontano 1985 in Russia). Il lungometraggio inizia inizialmente con il confronto tra le vite: Viktor (dedito ad un allenamento col padre Ivan nella povera cittadina di Kiev) e Adonis (motivato dal suo allenatore Rocky nella sfida che lo condurrà a diventare campione del mondo dai pesi massimi).

Durante il meritato riposo però un procuratore statunitense nota le potenzialità del russo Viktor, ed intuisce la possibilità di organizzare ed assistere a ciò che sarebbe una sfida naturale per il circus, un incontro per il titolo mondiale dei pesi massimi tra Adonis e Viktor, ovvero Creed vs Drago. Rocky riceve la visita di Ivan nel suo locale dove rivela di avere un figlio e che quest’ultimo lancerà una sfida al suo allievo. Adonis dopo un periodo di riflessione decide di accettare la sfida senza però il supporto del suo mentore e allenatore Rocky, troppo preso dai ricordi di cosa Ivan fece al suo amico Apollo. Adonis che aveva chiesto la mano della bella Bianca viene anche a scoprire che diventerà padre. Il giorno dell’incontro Adonis nonostante la sua sicurezza verrà “distrutto” dal Russo subendo la frattura delle costole e danni ai reni, nonostante la sconfitta risulterà ancora campione del mondo data la scorrettezza di Viktor che proprio mentre il suo rivale era in ginocchio gli rifilò un pugno di troppo, un comportamento sicuramente antisportivo. Dopo il periodo di convalescenza Adonis è tenuto a difendere il titolo e grazie anche al supporto di Rocky accetta la rivincità contro il Russo tuttavia stavolta la sfida si terrà a Mosca. Rocky per questo allenamento sceglierà un posto inusuale il deserto dove Adonis imparerà come resistere ai colpi del Russo. La sfida leggendaria durerà tutti i round possibili e proprio negli ultimi secondi in una atmosfera magistrale dopo una serie incredibile di botta e risposta Ivan decide di lanciare la spugna. Con un saluto pugno pugno Rocky passa il testimone a Donny, nelle scena finale la leggenda decide di incontrare il proprio nipotino mentre quindi riallacciare i rapporti col figlio col quale non si sentiva da parecchi anni mentre il neo-campione (Adonis) visiterà la tomba di suo padre Apollo insieme a sua figlia e alla moglie Bianca, ringraziandolo.

 

DISCORSO MOTIVAZIONALE NEL SESTO FILM
Guarda che il mondo non è tutto rose e fiori, è davvero un postaccio misero e sporco e per quanto forte tu possa essere se glielo permetti ti mette in ginocchio e ti lascia senza niente per sempre!!! ne io ne tu nessuno può colpire duro come fa la vita perciò andando avanti non è importante come colpisci l’importante è come sai resistere ai colpi come incassi e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti, così sei un vincente! E se credi di essere forte lo devi dimostrare di essere forte perché un uomo è forte solo se sa resistere non se ne va in giro a puntare il dito contro chi non c’entra accusando prima questo e poi quell’altro di quanto sbaglia, i vigliacchi fanno così e tu non lo sei! Non lo sei affatto!

Lascia un commento

Siamo lieti che vogliate arricchire i contenuti di quest'articolo con eventuali commenti.
Per favore, considerate che i commenti saranno moderati in base a quanto indicato nella nostra comment policy.


L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

News & Opinion Magazine del Liceo "Sciascia Fermi"