domenica, 25 febbraio 2018
Home > Attualità > Apparire nuoce gravemente alla salute.

Apparire nuoce gravemente alla salute.

Cos’è più importante al giorno d’oggi, essere se stessi o apparire uguali alla massa?

É questa la domanda che tutti i ragazzi nella fase dell’adolescenza si pongono cercando di trovare una risposta a questo eterno dilemma. Con l’inizio delle scuole superiori l’obiettivo di ogni ragazza e ragazzo é quello di creare amicizie con le persone giuste anche se ciò potrebbe comportare un cambiamento della propria personalità. Tutto ciò per farsi accettare da persone che vogliono solo una copia di se stessi.

Il cambiamento tuttavia alcune volte é inevitabile, sono i ragazzi con le personalità più fragili e deboli a cedere per primi; nei primi momenti dell’adolescenza si cerca un modello da seguire che può un personaggio famoso o un coetaneo popolare. Nel primo approccio si fa subito un’analisi di confronto fra se stessi e la persona presa come modello di riferimento da cui in seguito il ragazzo assimilerà atteggiamenti e modi di fare mettendo da parte se stesso.

Se entrassimo in una scuola superiore noteremo che i ragazzi indossano una divisa: jeans e felpa,maglietta molto simili tra loro e le scarpe che vanno di moda in quel periodo. Tutti sentono la necessità di apparire come gli altri e a volte vengono messi da parte perché non lo fanno. Quante volte abbiamo sentito dire la frase ” Non importa quello che appari ma conta ciò che sei”? Ebbene, la maggior parte delle persone che lo dicono raramente lo pensano veramente. Spesso sono spinti da una sorta di giustificazione che la società inculca in ognuno di noi per cercare di placare o rendere meno evidente questo fenomeno che si sta diffondendo rapidamente.

Il mondo è governato più dall’apparenza che dalla realtà ed è meglio far mostra di sapere qualcosa che saperlo. Daniel Webster

Nella nostra società si sono formati dei modelli che tutti per essere perfetti dobbiamo seguire come le modelle super snelle e i modelli eccessivamente palestrati. Adesso ognuno di noi indossa quotidianamente una maschera che lentamente si salda sul viso distruggendo la propria identità. Le conseguenze non sono da sottovalutare. Se le ragazze  non riescono a perdere un certo peso ricorrono a metodi non proprio salutari come l’uso di farmaci e il ricorso all’anoressia che porta danni al corpo alquanto rilevanti come la perdita di sali minerali.

Per i ragazzi la situazione è simile.Per aumentare velocemente massa muscolare e perdere peso in poco tempo ricorrono ad una dieta iperproteica i cui esiti non sono irrilevanti: se da un lato le proteine sono una componente molto importate per vari motivi tra cui la difesa dell’organismo dall’altra parte un abuso di queste sostanza provocano un aumento eccessivo delle scorie azotate che sottopongono i reni e il fegato ad un lavoro maggiore. Inoltre gli alimenti che contengono molte proteine sono d’origine animale e contengono colesterolo, grassi saturi dannosi per la nostra salute.

A questo punto bisogna chiederci: ne vale davvero la pena? Vale davvero la pena passare l’adolescenza, il periodo più bello della nostra vita, a cercare in tutti i modi di assomigliare a qualcosa che è distante da noi anni luce? Penso proprio di no. Penso che bisogna preservare se stessi proprio come un bene unico e inestimabile. Nella vita non bisogna omologarsi, essere uguali a tutti come se la società ci avesse dato un uniforme da seguire necessariamente per essere felici. La felicità non si trova in un fisico da modella o in un ammasso innaturale di muscoli. Preferisco pensare che la felicità risieda nell’essere se stessi in ogni situazione e soprattutto con il proprio corpo. Quelle curve, che siano esagerate o meno, fanno parte di noi e cercare di eliminarle costi quel che costi è come eliminare una parte di noi.

Ma il problema non è limitato solo nell’aspetto fisico. Questa mania dell’apparire trova spazio anche negli atteggiamenti e nei comportamenti che i ragazzi potrebbero adottare entrando in un un nuovo gruppo di amici o semplicemente se qualcuno tra i vecchi inizia ad avere nuovi atteggiamenti o comportamenti. Se questi bevono o fumano allora anche loro si sentono “costretti” a farlo per non sembrare inferiori o per paura di poter essere esclusi. I ragazzi che iniziano a praticare queste abitudini spesso sanno a cosa vanno incontro ma ne ignorano le conseguenze mentre una gran parte non conosce nulla. Non sanno che un’eccessiva quantità di fumo presente nel nostro organismo può favorire l’insorgenza dei tumori alla gola e ai polmoni e può causare problemi al sistema cardiocircolatorio. L’uso di alcol invece è uno dei maggiori fattori di rischio alla saluta collettiva e individuale ed è stato considerato dall’UE come la causa principale di morti premature, circa 120mila.

A quanto appare apparire nuoce gravemente alla salute mentre essere se stessi ci protegge e non ci mette in pericolo. È questo ciò che la società dovrebbe insegnare ad ognuno di noi ma purtroppo ci sarà sempre una parte di realtà in cui essere tutti uguali sarà sinonimo di felicità e di bellezza. Spetta ad ognuno di noi combattere contro questa “piaga” della società sin dai primi anni dell’adolescenza per poterla vivere nel migliore dei modi.

Sì, la forma è tutto. È il segreto della vita.Oscar Wilde

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Siamo lieti che vogliate arricchire i contenuti di quest'articolo con eventuali commenti.
Per favore, considerate che i commenti saranno moderati in base a quanto indicato nella nostra comment policy.


L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

News & Opinion Magazine del Liceo "Sciascia Fermi"