giovedì, 24 maggio 2018
Home > Cultura > 7 libri tra i più misteriosi ed enigmatici al mondo

7 libri tra i più misteriosi ed enigmatici al mondo

Solitamente si guarda ai libri come ad un rilassante passatempo, oppure come ad un obbligo, ma anche tra i libri ne esistono di misteriosi ed enigmatici che creano numerosi grattacapi in coloro che cercano di decifrarli, ecco di seguito una lista che ne elenca 7:

—  Il manoscritto Voynich è un codice illustrato, che prende il nome dal suo scopritore, risalente al XV secolo scritto con un sistema di scrittura che a tutt’oggi non è stato ancora decifrato. Il manoscritto contiene anche immagini di piante che non sono identificabili con alcun vegetale attualmente noto e l’idioma usato nel testo non appartiene ad alcun sistema alfabetico/linguistico conosciuto. Il volume, scritto su pergamena di capretto, è di dimensioni piuttosto ridotte e consta di 204 pagine. Il testo è arricchito da diverse immagini che permettono di individuarne le diverse sezioni: 1° sezione, chiamata botanica, contiene 113 disegni di piante sconosciute; 2° sezione, chiamata astronomica o astrologica, presenta 25 diagrammi che sembrano richiamare delle stelle. Vi si riconoscono anche alcuni segni zodiacali; 3° sezione, chiamata biologica, nomenclatura dovuta esclusivamente alla presenza di numerose figure femminili nude, sovente immerse fino al ginocchio in strane vasche intercomunicanti contenenti un liquido scuro; 4° sezione, detta farmacologica, per via delle immagini di ampolle e fiale dalla forma analoga a quella dei contenitori presenti nelle antiche farmacie. Secondo la moderna critica il fatto che il manoscritto non si riesca a decifrare è dovuto al fatto che è stato scritto in una sorta di lingua filosofica, ossia in una lingua artificiale.

— Il libro di Urantia , pubblicato per la prima volta nel 1955 dalla Fondazione Urantia, asserisce di essere stato presentato da esseri celesti come una rivelazione al nostro pianeta, Urantia. Gli scritti de Il Libro di Urantia ci informano sulla genesi, la storia e il destino dell’umanità e sulla nostra relazione con Dio. Il libro è costituito da 196 capitoli divisi in quattro sezioni: l’universo centrale e il superuniverso, questa parte riguarda ciò che gli autori considerano i più alti livelli della creazione. Gli autori affermano che Dio abita in questa isola, che esiste al di fuori dello spazio e del tempo ed è composta da una strana sostanza unica chiamata “Absolutum”. In orbita intorno al Paradiso risiede l’Universo di Havona, un miliardo di “mondi perfetti, senza tempo”. Al di fuori di questa eternità gravitano sette superuniversi imperfetti, in continua evoluzione; l’universo locale, dove viene descritta l’origine, l’amministrazione e la personalità dell’universo locale di “Nebadon”, che si dice contenga Urantia (= Terra); la storia di Urantia,  esposizione della storia della Terra, e presenta una spiegazione della presunta origine, scopo, evoluzione e destino, del nostro mondo e dei suoi abitanti; la vita e gli insegnamenti di Gesù, narrano dell’infanzia di Gesù, della sua adolescenza, della sua vita familiare, del suo ministero pubblico, e degli gli eventi che hanno portato alla sua crocifissione, morte e risurrezione. Prosegue con fascicoli sulle apparizioni dopo la sua risurrezione, la Pentecoste, e infine, “La fede di Gesù”. Questa Parte IV illustra molti dei concetti presentati nelle prime tre parti, attraverso la storia della vita di Gesù.

— Il cifrario Beale, è considerato come uno dei grandi enigmi crittografici ancora irrisolti. Si compone di una serie di tre messaggi lasciati nel 1822 da Thomas J. Beale ad un amico, con l’impegno di leggerli solo se non fosse tornato, che condurrebbero ad un favoloso tesoro sepolto nella Contea di Bedford, in Virginia (USA). I tre messaggi indicherebbero rispettivamente il luogo del tesoro, la descrizione del sito e i compagni di Beale. I messaggi sono composti da una sequenza di numeri e si è compreso che la chiave di lettura è posta in tre libri. I numeri indicano pagine e posizione delle lettere da trovare  e una volta unite tutte le singole lettere si ha il messaggio completo. Finora è stato interpretato solo il secondo. Nel corso del tempo è stata messa in dubbio la veridicità del cifrario (perché  la storia presenta diverse incongruenze e si basa quasi interamente su prove di circostanza e dicerie) e, addirittura, l’esistenza dell’autore stesso, affermando che la U.S. Census del 1810 ha rivelato che a quei tempi esistevano solo due persone con il nome Thomas J. Beale, e non vivevano in Virginia.

— Il rongorongo, è un sistema di glifi scoperto nell’isola di Pasqua nel XIX secolo e che appare come una forma di scrittura. Numerosi tentativi sono stati fatti per decifrarlo e capirne la struttura, ma nessuno di questi ha avuto successo nell’interpretare il significato dei glifi. Il rongorongo è una scrittura con andamento bustrofedico inverso, cioè è scritto in direzioni alternanti. Molti glifi rappresentano forme umane, di animali, di piante, o forme geometriche astratte. Sul finire del 1800 il rongorongo scomparve e i pochi nativi rimasti sull’isola di Pasqua non erano più in grado di leggerlo e scriverlo. Il lettore comincia quindi a leggere dall’angolo in basso a sinistra della tavoletta, procede a leggere verso destra fino alla fine della riga, ruota la tavola di 180 gradi, e continua a leggere la linea successiva. Se fosse confermato come forma di scrittura e fosse stato sviluppato dai nativi nell’isola di Pasqua prima dell’arrivo degli occidentali, il rongorongo sarebbe una delle poche invenzioni indipendenti della scrittura esistenti al mondo.

— Codice Rohonc, scritto in 448, da destra a sinistra, utilizzando centinaia di simboli unici. Risulta un mistero la tematica trattata e l’autore che ha composto l’opera ritrovata in Ungheria nel XIX secolo. Sembra comunque che fosse di natura religiosa poiché il codice è accompagnato da illustrazioni e simboli non solo di origine cristiana, ma anche pagana e musulmana.

Libro di Soyga intitolato anche Aldaraia , è un trattato latino del XVI secolo sulla magia , di cui una copia è stata posseduta dallo studioso elisabettiano John Dee . Dopo la morte di Dee, il libro fu perso fino al 1994 quando due manoscritti furono collocati nella British Library e nella Bodleian Library. Le sue pagine sono coperte da più di quarantamila lettere dell’alfabeto, distribuite alla rinfusa. Il 10 marzo 1582 Kelley ha con sé uno specchio tramite cui gli arcangeli si impossessano di lui, parlando attraverso la sua voce, così facendo permette al collega John Dee di parlare con l’arcangelo Uriel. L’arcangelo parla in latino, spiegando ciò che rende speciale quelle pagine: l’antichissimo libro fu rivelato ad Adamo dai “buoni angeli di Dio”, direttamente nel Paradiso Terrestre. Dee si affretta a interrogare Uriel sul modo di interpretarne le tavole, ma Uriel risponde che solo l’arcangelo Michele ne conosce il segreto, non riuscendo a ricavare nessuna informazione utile alla decifrazione del libro. Ancora oggi Aldaraia rimane un libro misterioso ed enigmatico la cui soluzione è ancora lontana dall’essere intuita.

— Il Codex Seraphinianus, è un libro scritto e illustrato con oltre mille disegni dall’artista italiano Luigi Serafini tra il 1976 e il 1978. Il libro è costituito da circa 360 pagine. Caratterizzato da una lunga serie di curiose metamorfosi grafiche, si presenta come un’enciclopedia scritta in una grafia indecifrabile: l’autore, in una conferenza alla Oxford University Society of Bibliophiles tenuta l’8 maggio 2009, ha dichiarato che l’alfabeto in cui il Codex è scritto è interamente asemico, e non trascrive alcuna lingua esistente o immaginaria. Il libro fu molto apprezzato da personalità come Italo Calvino,Tim Burton e altri. Il Codex è una reinterpretazione in chiave fantastica e visionaria di materie quali la zoologia, la botanica, la mineralogia, l’etnografia, la fisica, la tecnologia, l’architettura ecc.

 

 

Lascia un commento

Siamo lieti che vogliate arricchire i contenuti di quest'articolo con eventuali commenti.
Per favore, considerate che i commenti saranno moderati in base a quanto indicato nella nostra comment policy.


L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

News & Opinion Magazine del Liceo "Sciascia Fermi"