martedì, 13 novembre 2018
Home > Attualità > Accade in Italia > 50 special: il mito. Dallo scooter alla canzone

50 special: il mito. Dallo scooter alla canzone

In commercio dal 1969, la Vespa 50 Special puntava su un target giovane, presentando cambiamenti da un punto di vista estetico sul manubrio e il fanale anteriore e posteriore. Nel 1969 venne anche lanciata la Vespa 50 Elestart, la quale conservava lo stesso design della Special ma introduceva un adattamento tecnico innovativo: l’iniezione elettrica. Dal 1969 al 1973 Piaggio lanciò una delle sue campagne più famose: “Chi Vespa mangia mele”, che si riferiva al successo della Vespa 50 Special.

Viene presentata per la prima volta al salone di Milano nel 1969, ha un costo di 132.000 lire e viene prodotta in 189.682 esemplari. La prima serie si riconosce per il cambio a tre rapporti, le ruote da 9″ (poi saranno montate dal 1972 quelle da 10″) e dalla scritta sullo scudo obliqua. La seconda serie presentata al salone di Milano nel 1975 ottiene un grande successo, il costo era di 289.000 lire e verrà prodotta in 563.955 esemplari. La seconda serie differisce dalla prima per il cambio che da tre marce passa a 4 e dalle scritte che diventano orizzontali.

A questo speciale modello nel 1999 venne dedicato il brano d’esordio dei Lùnapop “50 Special” scritto da Cesare Cremonini. Il singolo fa il suo debutto radiofonico e nei negozi il 27 maggio 1999, entrando nella classifica dell’airplay radiofonico rilevato dal Music Control al 347º posto. Dopo neppure un mese arriva alla posizione #35, per poi ad agosto entrare in top ten. Il singolo rimane in classifica fino al novembre successivo, restando per quasi un anno in classifica.Nei negozi 50 Special va ancora meglio: a settembre entra in classifica nella Top 5, per poi arrivare alla vetta della classifica e rimanerci per 5 settimane consecutive, fino a metà novembre. Il singolo alla fine vende oltre 100.000 copie diventando disco di platino.

La scrissi perché mia mamma, esasperata dal mio continuo pensare alle canzoni, (mancavano due mesi alla maturità..), mi ruppe la chitarra sulla schiena. Allora andai al pianoforte e mi uscì dalle dita. La feci sentire subito ad Erica, la mia musa del liceo, il giorno dopo a scuola, con il Walkman e le cuffiette. Lei mi disse senza esprimere alcuna emozione: “bella”. Poi andò via. Il giorno in cui uscì presi la mia Vespa e andai in cerca del singolo in un negozio di dischi al centro borgo, fuori Bologna. Quel viaggio me lo ricordo come una delle esperienze più forti della mia vita. Andavo piano piano per godermi l’emozione, e ridevo, ridevo, ridevo che sembravo matto. Per me andava già bene così, ma poi 50 Special arrivò prima in classifica, a Settembre, dopo una lunga e divertentissima estate in continua ascesa, fu proprio quel primo posto a cambiare definitivamente la mia vita: da lì in poi tutto è cambiato, non ricordo moltissimo di com’era la mia vita prima che quella canzone di 3.30 me la cambiasse. Mi basta però, come oggi, girare per i colli in una giornata serena, e in attimo sono ancora 18enne che rido mentre corro verso i miei sogni con la mitica 50 special Cesare Cremonini

Lascia un commento

Siamo lieti che vogliate arricchire i contenuti di quest'articolo con eventuali commenti.
Per favore, considerate che i commenti saranno moderati in base a quanto indicato nella nostra comment policy.


L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

News & Opinion Magazine del Liceo "Sciascia Fermi"